Questo gelato curerà il tuo crepacuore: come trovare la "stella polare" della tua storia

Ogni storia che hai mai sentito e ricordato parla di qualcuno che voleva qualcosa. Se la storia non parlava di un personaggio interessante sopraffatto dal desiderio, non te lo ricordi.

Nel mio ultimo post, ho presentato una struttura a cinque punti per la narrazione dal vivo: Tu / Hai bisogno / Vai / Ottieni / Ritorna. Ho intenzione di immergermi un po 'più a fondo nella parte You / Need di quella struttura qui.

Ma prima di andare troppo lontano, ricorda che se qualcuno nelle arti ti dice "questo è assolutamente come funziona", ciò che realmente significano è "Ecco come ha funzionato per me".

VOI:

Se stai raccontando una storia dal vivo sul palco di fronte a un pubblico, il personaggio più interessante della storia sei automaticamente tu. Potresti raccontare una storia sul periodo in cui sei stato internato per Batman, ma il pubblico si preoccupa di più di te e di ciò che volevi: la tua voce è quella che possono sentire e la tua faccia è quella che possono vedere.

Ci relazioniamo con le persone che sono proprio di fronte a noi a livello primitivo e subconscio, motivo per cui i politici passano così tanto tempo andando a fiere di stato e raccolte di fondi per i pompieri negli stati altalenanti.

Tuttavia, devi dare alle persone qualcosa su cui aggrapparti al viso e alla voce. Non deve essere molto, ma deve provenire da una consapevolezza di sé definitiva e una comprensione più profonda di chi sei in questa storia e di come il pubblico ti percepisce mentre ti trovi di fronte a loro.

Un pubblico dal vivo inizia a fare ipotesi su di te in base a ciò che può vedere mentre attraversi il palco per prendere un microfono. Tutto ciò che dici di te stesso deve confermare, negare o modificare ciò che la stanza pensa già a te quando inizi a parlare.

Sono 6 "2", 250 sterline (lavorando su di esso, grazie), ho la testa rasata, la barba e in genere indosso una giacca da moto in pelle. Questo dipinge un quadro definito. Quando dico

"La mia testa ha avuto le stesse dimensioni dalla quinta elementare e ho potuto risolvere un cubo di Rubik più velocemente di chiunque altro nella mia classe",

ti mostra chi ero e forse un po 'di chi sono dentro.

È anche molto più interessante che dire

"Ero un secchione quando ero un bambino."

La linea cubica di Rubik potrebbe mostrare che ero un secchione da bambino e indurre il pubblico a credere che attualmente sto compensando eccessivamente quello da adulto.

Non devi dire molto su di te, in realtà solo una o due frasi, ma devono essere le frasi giuste. Una volta che ci hai fatto sapere come gestisci il conflitto, chi volevi compiacere di più, perché pensavi che un GPA perfetto fosse così importante, l'abbiamo ottenuto da lì, e questo è abbastanza.

Una volta disse un saggio saggio di nome Tom Waits

"Il modo in cui fai qualsiasi cosa è il modo in cui fai tutto",

e questo vale sicuramente per la narrazione dal vivo. Qualunque cosa tu ci dica di te è l'obiettivo attraverso il quale vedremo ogni scelta che fai nella storia.

BISOGNO:

Una volta che mostri al pubblico chi sei, devi mostrarci ciò di cui hai bisogno. La linea tra te e il bisogno può essere un po 'sfocata qui, perché ogni persona è una complessa raccolta di bisogni e desideri. A volte dire ciò che volevi è abbastanza. So che questo è vago, ma è sicuramente il motivo per cui la maggior parte degli artisti è un po 'pazza.

La parte necessaria della storia è composta da due parti: motivazione esterna e motivazione interna. In altre parole: cosa volevi e perché lo volevi?

Tutta la narrazione occidentale riguarda lo sviluppo del desiderio e la ricerca di soddisfarlo. The Crusades, the Odyssey, Star Wars e Lady Bird sono tutti incentrati sul voler qualcosa di molto, molto male e inseguirlo.

La motivazione esterna in una storia è quello che volevi. È una cosa tangibile - un trofeo, una vasca di gelato, il Santo Graal - o un concetto facilmente comprensibile come una promozione, un appuntamento con il quarterback stellare del tuo liceo o i piani per la Morte Nera.

La motivazione interna in una storia è PERCHÉ volevi quello che volevi.

A scopo illustrativo, usiamo una premessa indecisa e obsoleta e diciamo che vuoi un appuntamento al ballo con il quarterback delle superiori.

Ci sono MOLTE possibili ragioni per questo:

  • da adolescente, sei altamente suscettibile alla pressione dei pari e desideri ciò che pensi di dover desiderare
  • sei cresciuto accanto al ragazzo e lo hai visto entrare in un livello sociale che non ti include e fa davvero male
  • tuo padre vuole fare affari con suo padre ed è amorevole ma troppo invadente per le ragioni sbagliate
  • sei una ragazza che si sta rendendo conto di essere attratta dalle ragazze e pensi che se fai la cosa più semplice che mai la gente smetterà di sussurrare di te
  • sei un ragazzo gay, fuori e orgoglioso, e vuoi che il quarterback chiuso smetta di nascondere la tua relazione
  • non hai ancora imparato che il ballo del liceo è un'iniziazione al mondo della delusione degli adulti con aspettative gonfiate
  • hai 40 anni e non riesci davvero a superare il liceo ed è un po 'triste

Essere aperti e onesti sulle tue motivazioni interne - o almeno acutamente consapevoli di loro mentre racconta la tua storia - ti rende straordinariamente affine a persone che potrebbero non aver condiviso le tue motivazioni esterne. Tutti abbiamo provato delusione per gli adulti, avevamo qualcosa da nascondere o volevamo un segreto per smettere di essere nascosti o essere stati spinti dai nostri genitori e amici. E tutti possiamo trovare la nostra strada nella tua storia in quel modo.

Le tue motivazioni interne sono la stella polare della tua storia, la cosa su cui la tua nave naviga sempre per vedere se possiamo davvero vedere la bussola. Non devi necessariamente dirlo ad alta voce o colpire i punti troppo pesantemente. Ma se sai quali sono le tue motivazioni interiori e come ti hanno spinto, puoi prendere decisioni nella tua storia che ti porteranno avanti e il tuo pubblico seguirà allegramente.

La stella polare della tua storia risponde alla domanda silenziosa e inconscia che ogni pubblico pone:

"Perché non sei appena tornato a casa?"

Quando il quarterback ha detto "nah, sto bene", perché ti sei impiccato invece di provare qualcun altro?

Questo è anche ciò che è noto come la posta in gioco della storia. Stakes è una parola che viene lanciata spesso dalle persone con gli occhiali interessanti e tutti annuiscono quando la sentono, ma può significare molte cose diverse. Per me, gli STAKES di una storia sono la combinazione di chi sei, cosa volevi e perché lo volevi

Può essere davvero difficile trovare la tua motivazione interna. Ho escogitato un piccolo esercizio per aiutare a capire che io chiamo SO That game.

Tutto quello che fai è prendere una carta e penna e, nella parte superiore del foglio, scrivere la motivazione esterna della tua storia. Quindi, sotto di esso, scrivi la frase "COSÌ CHE".

Quindi, rispondi al "COSÌ CHE" sottostante. Perché volevi tornare a casa con quella pinta di gelato? Se lo fai a casa con esso, che cosa fa per te?

Nel mio caso, volevo tornare a casa con una pinta di gelato in modo che potessi mangiarlo da solo, sopra una pattumiera a tarda notte.

Quindi scrivi "COSÌ QUELLO" sotto quello.

Quindi rispondi a "COSÌ CHE". Per me, volevo mangiare il gelato sopra la spazzatura in modo da poter provare un senso di piacere paralizzante.

COSÌ CHE

Il dolore del mio improvviso crepacuore avrebbe cominciato a retrocedere un po '.

COSÌ CHE

Potevo sentire un po 'di grazia e pazienza dal mondo intorno a me e connettermi alla gentilezza umana.

Continua a farlo fino a quando non esci o impazzisci.

Fondamentalmente continui a scrivere “COSÌ” e le conclusioni a cui ti porta fino a quando non esci o diventi pazzo. L'ultimo o l'ultimo "COSÌ" è di solito la stella polare della tua storia. Questo esercizio è molto più difficile di quanto sembri, e può essere davvero utile farlo con un amico fidato o un partner di scrittura che può continuare a spingerti oltre la tua zona di comfort.

Ma una volta che hai scoperto quella stella polare, la leghi alla tua motivazione esterna, alla tua autocoscienza e al POW, hai una storia riconoscibile con autentici bisogni umani.

Questa è una storia che ho raccontato a una GrandSLAM di Falena qualche anno fa, presente nel podcast di Falena. È quello su cui ho basato questo "così" esercizio, e spero che questo ti leghi tutto.

Può essere spaventoso essere vulnerabili e aperti in questo modo - così poche persone lo fanno e molti artisti usano gli scherzi come una sorta di trucco magico per distrarti dai loro difetti. Ma ecco il grande segreto: tutti sono soli, tutti hanno paura e tutti stiamo cercando di capirlo.

Quando vediamo qualcun altro ammettere gli stessi difetti che percepiamo in noi stessi, li amiamo per questo, ogni volta. È il fondamento della connessione umana ed è praticamente il motivo per cui esistiamo.

Nel mio prossimo post, entrerò nella parte GO / GET della struttura a cinque punti. Iscriviti ora se vuoi vedere che il secondo che viene fuori.

Ho scritto alcune altre cose sulla narrazione che potresti voler controllare qui:

Come strutturare una storia divertente

Questo è un noioso attacco di squalo: 8 regole per affascinanti narrazioni