Foto di Christin Hume

Come raccontare potenti storie personali che affascineranno i tuoi lettori

Diverse lezioni da uno dei miei libri di artigianato preferiti

Un anno o due fa, ho letto un libro intitolato The Memoir Project dopo aver ascoltato l'autore, Marion Roach Smith, parlare in una conferenza di scrittura.

Marion ha illustrato tutti i suoi consigli di scrittura con storie, raccontando le sue esperienze di scrittura per il New York Times e NPR e la sua lotta per scrivere un memoriale sulla battaglia di sua madre con la malattia di Alzheimer.

Marion è una narratrice potente. Ho perso mia nonna per l'Alzheimer e le parole di Marion mi hanno attirato e risuonato con me.

In seguito, anche se in precedenza non avevo alcuna intenzione di scrivere un libro di memorie, mi affrettai al tavolo del libro per incontrare Marion e comprare una copia di The Memoir Project. Marion è stata gentile e incoraggiante e ha scritto nel mio libro, "Racconta la tua storia e scrivi".

Mi sono tuffato in The Memoir Project sul volo di ritorno, e da allora ho continuato a tornarci per suggerimenti su come migliorare la mia scrittura.

Non lasciarti ingannare dal titolo. Questo libro non è solo per i giornalisti.

Raccontare storie avvincenti aggiunge un'altra dimensione alla nostra scrittura. Questa affascinante Infografica mostra come il cervello umano sia cablato per rispondere alla narrazione in modo diverso rispetto ad altre forme di scrittura.

Se stai scrivendo un articolo sull'Alzheimer, potresti semplicemente citare studi e statistiche. Oppure potresti fare un ulteriore passo avanti includendo le storie dei malati di Alzheimer. Il secondo metodo avrà un impatto sul tuo lettore più di quanto potrebbe fare qualsiasi studio o stat.

Che tu sia un blogger o qualsiasi altro tipo di scrittore di saggistica, puoi utilizzare le tecniche dei memoiristi per entrare in contatto con i tuoi lettori a un livello più profondo.

Ecco otto suggerimenti per la narrazione che ho imparato da The Memoir Project:

1. Ognuno ha una storia da raccontare

Potresti non pensare di avere storie da raccontare, ma non è vero. Tutti fanno. Marion suggerisce di usare un quaderno per aiutarti a trovare e sviluppare idee per la storia.

"Ecco un suggerimento che ho appreso da mio marito, un eccellente ex giornalista e un grande editore di giornali: procuratevi un pacchetto di quaderni a spirale poco costosi e quando guardate in un paesaggio, sia emotivo che fisico, capovolgetelo, come uno sketchbook. So quanto sembra folle, ma non ti importerà dopo aver visto quanto facilmente segnala al tuo subconscio che stai cercando qualcosa di diverso ...
Giralo verticalmente per segnalare chi, cosa, quando e dove dell'argomento. Vai lateralmente al perché, dove approfondisci e allarghi la tua vista. Il tuo subconscio ama piccoli spunti come questo. "

Puoi portare il quaderno con te in modo da poter annotare le storie mentre le osservi nella tua vita quotidiana. Oppure puoi usare il notebook per aiutarti a ricordare le storie che ti sono successe anni prima.

2. Concentrati sul dire la tua verità

Una delle difficoltà di scrivere sugli eventi che ti sono accaduti è che spesso devi fare affidamento solo sulla tua memoria. Marion fornisce alcuni consigli su come raccontare una storia onesta preservando la tua prospettiva unica.

"" Ecco come la vedo "è una frase potente da tenere a mente, così come" Ecco come mi è successo "o" Ecco come mi sono sentito ". Non pretendere che la tua versione sia l'unica. Se non spari per tutta la verità e nient'altro che la verità, andremo d'accordo. Comprendere la differenza è essenziale per il tuo successo.
... Prima di tutto nel libro di memorie, ci aspettiamo la tua voce. Questo è l'inclinazione: la tua visione del mondo. È ciò che stiamo cercando quando acquistiamo il tuo libro, ti ascoltiamo alla radio, paghiamo una rivista che presenta il tuo saggio o leggiamo il tuo blog ".

3. Rispondi alla domanda: di cosa parla la tua storia?

Quando hai scelto una storia da raccontare e sei pronto per iniziare a scrivere i fatti mentre li ricordi, è importante fare una pausa e riflettere su questa domanda: di cosa tratta la tua storia?

La risposta a questa domanda ti aiuterà a determinare il focus del tuo pezzo. Mi ricorda le dichiarazioni di tesi che ho scritto per i miei saggi al liceo e al college.

“Di cosa parla la tua storia? La tua risposta a questo potrebbe essere qualcosa di preciso come "vendetta". È gestibile. Direi che qualcosa di piccolo come un post sul blog o un saggio personale può essere ridotto a una parola ...
Quello che avevo intenzione di spiegare era che proprio attorno al quarto paragrafo, lo scrittore deve dire al lettore di cosa tratta il pezzo - cosa c'è in ballo, cosa c'è in aria, cosa valutare se viene portato via. "

4. Rendi il tuo tema universale ed esaltante

Quando decidi di cosa tratta la tua storia, sarai in grado di approfondire un tema che può elevare il tuo pezzo dall'essere una storia che riguarda solo te. Un tema universale ed edificante lo renderà rilevante anche per i tuoi lettori.

“Non scrivere mai una storia perché vuoi vendicarti o tradire qualcuno ... Invece, mentre scrivi degli aspetti orribili della vita, dovresti cercare di insegnarci qualcosa sul comportamento di coloro che sono coinvolti, sul tuo comportamento, su tutto il comportamento umano. Lasciaci entrare nella tua storia facendo luce sui nostri dilemmi, paure, felicità o meraviglia con gli occhi spalancati.
... Devi dare ai lettori un motivo per cui questa cosa deve vivere nei loro cuori e nelle loro menti. Solo così potremo trovare la tua scena abbastanza vivace da goderci, da cui imparare, o di cui essere spaventati.

5. Guida il tuo lettore per mano

Marion sottolinea anche l'importanza di tornare indietro dalla tua storia e di esaminarla come se fossi il lettore. La storia scorre in modo logico e cronologico? C'è qualcosa che devi spiegare in modo più approfondito? Qualche parte della storia che ha bisogno di più contesto?

"Ho vissuto queste scene, ma tu no, e non vedrai come un'idea si collega alla successiva a meno che non ti mostri. Tieni presente che la tua storia è profondamente radicata in te e così ben nota solo a te che a meno che non la racconti con grande cura, non la capiremo, non importa quanto ti abbagli. "

6. Usa ogni pagina per far avanzare una singola storia

Viviamo 1.440 minuti in un giorno e le nostre vite possono cambiare radicalmente in un solo momento. Mentre scriviamo le nostre storie personali, dobbiamo assicurarci di includere solo i momenti più importanti: quelli che portano avanti la nostra storia.

Sì, potresti avere molte storie interessanti da raccontare, ma assicurati di raccontarne solo una alla volta.

"L'indicatore generale che uno scrittore di memorie è davvero nei guai è la frase insistente" Ma è così che è successo! " Come è successo non è ciò che lo rende interessante. Che sia successo affatto - perché è successo e dove vai da lì - è interessante.
... Quindi quelle sono le tre regole del libro di memorie. Ti chiedono di dire la verità facendo avanzare ogni pagina di una storia e avere un contesto a cui il lettore può riferirsi. ”

Condivido altri suggerimenti per la modifica nel mio post di seguito.

7. Salva i paragrafi eliminati per ispirazione futura

Mentre modifichi il tuo pezzo, potresti avere difficoltà a tagliare i paragrafi che non portano avanti la tua storia. Dopotutto, sono così meravigliosamente scritti. Non temere. Solo perché li tagli non significa che non possano vivere di nuovo in un'altra storia. Salvali per l'ispirazione.

“E i paragrafi che vanno in una direzione completamente diversa, portando una storia completamente nuova? Hack 'em, anche se ecco il messaggio dell'obitorio: quello che uccidi è lì per un altro giorno, quindi metti quelle frasi o paragrafi escisi in un file in cui puoi recuperarli in seguito. "

8. Usa il tuo tema come guida mentre scrivi e modifichi

Non perdere mai di vista il tema originale. Questo è ciò che orienta la tua storia e la fa risuonare con il lettore.

“L'obiettivo di una buona modifica è che il pezzo legga come un giro in slitta: liscio e veloce. Può, se non una parola è extra, non una frase è flaccida ... Durante la modifica, ricontrolla con quella tonalità originale e vedi se hai fatto ciò che avevi promesso. Cosa hai deciso di illustrare? Hai adempiuto ai tuoi obblighi? "

Se stai cercando di rafforzare le tue abilità narrative, consiglio vivamente di ottenere una copia di The Memoir Project. È una lettura veloce e piacevole con molti fantastici consigli fruibili illustrati con le storie personali di Marion.

E se ti senti un po 'autocosciente nel condividere le tue storie personali, il libro è il modo perfetto per raccogliere motivazione e incoraggiamento.

Se ti è piaciuto questo post, accedi a tutte le mie guide di scrittura gratuite, inclusa la mia guida all'uso di Medium per ampliare la tua lista di email.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su nicolebianchi.com.