Foto reale di me che inizia la mia prima attività. (tramite Conosci il tuo meme)

Come diventare un imprenditore: 9 lezioni per Noobs

Il 14 giugno 2016, io e il mio socio in affari abbiamo fondato Immersion Arcade, il primo arcade di realtà virtuale HTC Vive degli Stati Uniti. Siamo stati aperti per 4 mesi e abbiamo realizzato $ 17.000 + di entrate prima del pivot. Dato che questa è stata la mia prima incursione nel mondo delle startup, ho imparato molto attraverso prove ed errori.

In questo articolo, ho voluto condividere le lezioni più preziose che spiccano con il senno di poi. Questo articolo è destinato a coloro che vogliono diventare imprenditori, ma hanno poca o nessuna esperienza - in altre parole, per me due anni fa.

Dolce foto del nostro arcade VR in azione.

Lezione 1: Le persone medie avviano attività

Quando mi sono impegnato per la prima volta in sala giochi, non pensavo affatto a me stesso come un imprenditore. Non ho avuto problemi a pensare al mio socio in affari Brian Jesse come imprenditore; era un programmatore di maghi che cinque anni prima aveva lasciato un comodo lavoro a Wolfram per perseguire il mondo delle startup. Io d'altra parte ... Sono stato un professore di Belle Arti che non ha mai preso un corso di classe in vita mia!

Ogni volta che ho detto a Brian che mi sentivo un falso e che non avevo idea di quello che stavo facendo, ha risposto: "LE PERSONE MEDIE INIZIANO LE ATTIVITÀ."

Mi ha ricordato che ogni attività è stata avviata da qualcuno che, a un certo punto, non era un imprenditore. I proprietari di attività non sono nati sapendo come fare affari, proprio come i pianisti non sono nati sapendo come suonare il pianoforte. Sono persone normali che hanno deciso di fare il salto e da allora lo hanno capito.

Armato di questa frase e del TED Talk di Amy Cuddy, ho deciso di fingere di essere un imprenditore. E un giorno ero un imprenditore.

Lezione 2: Chiunque può diventare un esperto

Un'altra frase su cui ho fatto affidamento nei miei primi giorni è stata ispirata da qualcosa che Kevin Kelly ha detto in "The Tim Ferriss Show":

“Una delle cose che voglio sottolineare è che in questo momento, fondamentalmente, non ci sono esperti di realtà virtuale. È completamente aperto. Davvero, noi - collettivamente, umani - non abbiamo idea di come funzionerà la realtà virtuale ... E quindi ciò significa che una persona là fuori che lo ascolta potrebbe facilmente diventare un esperto di realtà virtuale ... C'è così tanto da inventare e ... qualcuno chi decide che lavoreranno ogni giorno, o tutti i giorni nei fine settimana, o qualunque cosa sia, può fare un enorme progresso. "
Kevin Kelly, fondatore della rivista WIRED. (Fai clic qui per ascoltare la clip completa.)

Sebbene Kelly abbia indirizzato questo consiglio ai campi della realtà virtuale e dell'intelligenza artificiale, credo che si traduca in generale. Chiunque può diventare un esperto se decide su una nicchia, la esplora regolarmente e condivide ciò che apprende.

Kelly si riferì a Kent Bye come esempio. Nel 2014, Bye ha iniziato a registrare interviste a conferenze VR e a rilasciarle come voci del podcast VR. Ora ha registrato oltre 750 interviste e gestisce il podcast a tempo pieno! È diventato un esperto, tutto perché esplora regolarmente una nicchia con gli altri e condivide ciò che impara. (Se sei interessato alla realtà virtuale, ti incoraggio vivamente a dare un'occhiata al podcast e supportare Kent tramite il suo Patreon!)

Anche se il tuo campo è consolidato, puoi diventare un esperto di una nicchia unica all'interno del campo. Nel suo libro The 4-Hour Work Week, Tim Ferriss ha detto di pensare a due nicchie separate di cui fai parte e di collegarle. Ad esempio, potresti diventare un esperto di VR e yoga, intelligenza artificiale e scienze veterinarie, AR e costruzione naturale, Platone e cucina, e così via. Più le nicchie sono disconnesse, più il tuo lavoro sarà fondamentale.

Austin Kleon lo ha riassunto nel suo libro Show Your Work! quando disse:

"Il modo migliore per iniziare il percorso di condivisione del tuo lavoro è quello di pensare a ciò che vuoi imparare e impegnarti a impararlo di fronte agli altri".

Lezione 3: Partecipa a uno spazio di coworking

Se sei nuovo di zecca all'imprenditorialità e non prendi nient'altro da questo articolo, prendi in seria considerazione l'idea di entrare in uno spazio di coworking. Uno spazio di coworking è essenzialmente un ufficio condiviso da più imprenditori, tra cui liberi professionisti, proprietari di piccole imprese e lavoratori in remoto.

Quando stavo iniziando, i miei colleghi mi hanno insegnato ogni principio aziendale fondamentale che avevo bisogno di conoscere. Erano come un consiglio di esperti a cui avrei potuto chiedere consiglio in qualsiasi momento. Tutti avevano punti di forza specifici che potevo utilizzare quando ero fuori dal mio elemento e tutti potevano utilizzare i miei punti di forza quando erano fuori dal loro elemento.

Quando dovevamo formare una LLC, un peer ci ha guidato attraverso il processo da quando lo aveva fatto di recente per la sua startup. Quando avevamo bisogno di un elenco di e-mail, un altro peer ha spiegato MailChimp. Quando stavamo lanciando una campagna di crowdfunding, un altro pari ha riflettuto sulla sua esperienza nel lanciarne una e ci ha inviato la sua raccolta di articoli sulle migliori pratiche.

Come ha detto una volta Tim Ferriss sul suo podcast, ci sono due modi per rintracciare la soluzione a un problema. Il modo meno efficiente è ricercare la risposta. Il modo più efficiente è chiedere a qualcuno che conosce la risposta.

Lezione 4: Il networking è tutto

Un altro motivo per entrare in uno spazio di coworking è perché farà crescere la tua rete, e la rete è tutto. Per illustrare, lasciami condividere una storia.

Il nostro spazio di coworking ha ospitato una serie di altoparlanti da 1 milione di tazze ogni mercoledì alle 8:00. Una mattina, ho iniziato una conversazione con una donna e un uomo al mio tavolo. Quando ho citato l'arcade VR, il loro interesse è aumentato e mi hanno bombardato di domande. Si scopre che era responsabile IT della nostra città natale ed era assistente del direttore della città. Pensavano che ci fosse un potenziale per un partenariato tra noi, quindi abbiamo organizzato un incontro di follow-up.

Avanti veloce alla riunione. Entrambi si presentano ... e lo stesso fanno il direttore della biblioteca pubblica, il direttore marketing della biblioteca, il direttore della mostra del museo dei bambini e il sindaco! Siamo rimasti sbalorditi. Abbiamo spiegato la nostra visione e dato dimostrazioni a tutti. (Ecco una clip del sindaco in VR durante questo incontro.) Successivamente, abbiamo eseguito la realtà virtuale per ogni evento cittadino, che ha attirato tonnellate di nuovi clienti nel nostro porticato e ci ha persino messo in evidenza sulle notizie locali.

La morale di questa storia: se avessi dormito in quel giorno, o fossi rimasto tranquillo al mio tavolo, avrei perso questa opportunità completamente.

Foto di noi che gestiamo la realtà virtuale per un evento nella nostra città natale.

Altri esempi di reti che hanno dato i suoi frutti:

  • Un tipo nella moglie del nostro spazio di coworking lavorava in un edificio con una stanza vuota. Il proprietario dell'edificio ci ha offerto la stanza per un assurdamente economico $ 500 al mese. Questa divenne la posizione di Immersion Arcade.
  • Kevin Williams (della DNA Association) ci ha inviato a freddo alcune domande del sondaggio, alle quali ho risposto. Successivamente ci ha messo in contatto con Neil Schneider, che ci ha invitato a sponsorizzare la sua conferenza di realtà virtuale Immersed 2016. Abbiamo presentato, eseguito 14 HTC Vives ed è stato presentato su Space Channel e MTV Canada. (Era anche la nostra prima volta in Canada!)
  • In una recensione di Facebook della nostra azienda, un amico ha affermato che avevamo in programma di ospitare tornei. Ho risposto sfidando i drogati CTRL V e VR. Questo ha iniziato un'amicizia tra le nostre aziende. Mesi dopo, abbiamo ospitato e trasmesso in streaming il primo torneo arcade VR internazionale di sempre.

Come diceva Derek Sivers nel suo articolo "Come diventare ricchi":

“Incontra tutti. Perseguire ogni opportunità. Niente è troppo piccolo. Fallo tutto. Come i biglietti della lotteria, non sai mai quale vincerà. Quindi, meglio è. Segui e rimani in contatto con tutti. "

Lezione 5: Non smettere mai di imparare

L'avvio di un'impresa è uno sforzo ad alto rischio, ma non tutti i rischi sono inevitabili. Alcuni rischi possono essere evitati. Per distinguere tra rischio inevitabile ed evitabile, devi imparare cosa ha funzionato e cosa non ha funzionato per gli altri. Ciò significa che se sei nuovo di zecca nel mondo delle startup ... hai molto da recuperare!

Dopo essermi impegnato nella sala giochi, ho costantemente ascoltato podcast, audiolibri e video di YouTube imprenditoriali. Consiglio a noobs di circondarsi costantemente di media educativi perché, se sei la media delle cinque persone a cui ti associ di più, puoi anche circondarti digitalmente di imprenditori di successo il più possibile.

Personalmente amo i media audio perché posso imparare passivamente mentre svolgo le attività banali della vita quotidiana. Una storia a riguardo: quando mi sono unito al mio spazio di coworking per la prima volta, un collega mi ha consigliato di leggere "Zero to One" di Peter Thiel. Ho comprato l'audiolibro e l'ho ascoltato due volte nelle prossime settimane, indossandolo ogni volta che camminavo, guidando , pulizia, preparazione, ecc. Più tardi, ho scoperto che il mio collega aveva una copia fisica del libro e non aveva ancora finito di leggerlo ... quindi alla fine stavo condividendo lezioni con lui che non aveva avuto!

Alcuni podcast da cui ho imparato molto:

  • Lo spettacolo di Tim Ferriss
  • Questa settimana nelle startup (Questa settimana nelle startup)
  • Imprenditore in fiamme
  • The James Altucher Show (James Altucher)
  • Voices of VR Podcast (per rimanere aggiornato con le notizie di realtà virtuale)

Alcuni scrittori da cui ho imparato molto:

  • Derek Sivers
  • Benjamin P. Hardy
  • James Clear
  • Tim Denning

(Chi sono le tue risorse di apprendimento preferite? Ti preghiamo di condividere i commenti!)

Anche se mi sono sempre circondato di mezzi educativi, ho notato che due cose sono cambiate quando mi sono impegnato nella sala giochi. Il primo è stato quello di applicare immediatamente ciò che ho appreso alla mia attività, il che mi ha aiutato a comprendere meglio le informazioni. Secondo Cone of Experience di Edgar Dale, ricordiamo il 20% di ciò che ascoltiamo e il 90% di ciò che facciamo. La mia attività serviva da sandbox in cui potevo "fare attivamente" ciò che stavo imparando.

Il cono di esperienza di Edgar Dale (da KZOInnovations.com)

Il secondo è che sono diventato più prezioso per tutti gli altri nel mio spazio di coworking, dal momento che ho potuto trasmettere ciò che avevo imparato con loro. Condividere ciò che apprendi è un accordo reciprocamente vantaggioso: l'altra persona ottiene una guida gratuita, rafforza la tua comprensione del consiglio e aiuta a stabilire una relazione amichevole tra te, facendo crescere entrambe le tue reti.

Lezione 6: Go Lean o Go Broke

Prima di investire nella tua startup, scopri la metodologia di startup lean. Guarda i video di YouTube, leggi il libro di Eric Ries, leggi gli articoli, ascolta i podcast e parlane con gli altri. Può essere un argomento complesso avvolgere la testa, ma più la applichi, più è probabile che la tua startup abbia successo.

L'idea principale è questa: non spendere $ 100.000 per costruire un prodotto, quindi rilasciarlo e sperare che la gente lo comprerà. Invece spendi $ 1000, o $ 100 o $ 10 per costruire un "prodotto minimo redditizio" (MVP) che fa il giusto per essere commercializzabile. Quindi rilascia il tuo MVP, raccogli feedback sul mercato e usa quel feedback per capire come investire al meglio nel tuo prodotto andando avanti.

In altre parole, non fare qualcosa, quindi vedere se le persone lo compreranno.
Guarda cosa compreranno le persone, poi fallo!

Forse le persone useranno il tuo MVP come previsto, ma forse non lo faranno. Forse una caratteristica che pensavi fosse popolare non viene mai utilizzata. Forse è utilizzato da un gruppo demografico totalmente diverso da quello che ti aspettavi. Questo è il motivo per cui costruisci MVP in modo rapido ed economico; hai bisogno di feedback reali sul mercato in modo da sapere che non stai sprecando il tuo tempo e denaro per costruire qualcosa che nessuno vuole.

Lean Startup in Practice — VR Arcade Style

Quindi supponiamo che tu stia iniziando un arcade VR e desideri ignorare totalmente l'approccio di startup lean. Potresti firmare un contratto di locazione di 5 anni per un enorme spazio nel cuore del centro e riempirlo con 16 HTC Vives in esecuzione sui migliori computer con i migliori giochi con licenza commerciale disponibili. Inferno, perché non gettare alcuni SUBPAC e Virtuix Omni mentre ci sei!

Se il tuo arcade riesce ... Yippee !! Evviva !! Sono così felice per te!!!

Ma se fallisce, ora hai un debito di $ 200.000.

Quindi ora diciamo che vuoi usare un approccio snello. È possibile acquistare un HTC Vive con un computer decente, iscriversi al programma di licenze del sito Steam gratuitamente e installare una copia con licenza commerciale di The Lab, anch'essa gratuita. Puoi esercitarti a eseguire dimostrazioni VR per amici e parenti, quindi, una volta capito, esegui demo VR gratuite per aziende locali e la biblioteca pubblica. Porta biglietti da visita e materiale promozionale da distribuire e disponi di un elenco di email a cui le persone possono iscriversi. Alla fine, qualcuno è tenuto a voler prenotare per il proprio evento privato. Lasciateli e chiedete loro una commissione elevata.

Ora hai prove concrete della domanda del mercato, un elenco di potenziali futuri clienti, connessioni di rete con aziende locali e la biblioteca e stai facendo un ritorno sul tuo investimento ... il tutto per forse $ 3000.

La tabella seguente illustra i costi più realistici di questo ipotetico scenario, tra cui un leasing e un'assicurazione a 3 anni più ragionevoli:

Costo per avviare un arcade HTC Vive, snello o non.

Nota: il motivo per cui ho menzionato solo HTC Vive e non Oculus Rift è perché Oculus non consente l'uso commerciale di Rift, in conformità con le sezioni 3.1 e 4.1 dei loro termini di servizio.

Lezione 7: Slice the Pie Fairly

Supponiamo che tu e tre amici stiate avviando un'azienda. Eccezionale! Ora, come decidi quanta equità ottiene ogni persona? Come si "taglia la torta"?

All'inizio potresti pensare: "Bene, dividiamo la società equamente tra tutti e quattro." Sembra giusto ... fino a quando non avanzi rapidamente alcuni mesi o anni, e un fondatore mette il 75% del lavoro quotidiano e gli altri a malapena fare di più. Ciò che sembrava giusto al momento, non funziona più.

Quando Brian e io abbiamo avviato l'attività, abbiamo diviso l'azienda 50/50. Ha funzionato alla grande per noi ... ma dopo pochi mesi la nostra attività è cresciuta molto, quindi volevamo coinvolgere più persone nel nostro team. Ma ora ... cosa facciamo riguardo all'equità? Avevamo risolto il problema costruendo il business dal nulla ... quindi quanto della "torta" dovremmo dare a un nuovo arrivato?

Quando ho posto questa domanda al nostro consulente Doan Winkel (che gestisce questo fantastico blog sull'insegnamento dell'imprenditorialità), mi ha raccomandato di leggere "Slicing Pie: Finanziare la tua azienda senza fondi" di Mike Moyer. Questo libro fornisce un modello azionario universale che risolve questo problema.

Il modello di "slicing pie" è abbastanza complesso da giustificare l'acquisto del libro, ma l'idea di base è che l'equità dovrebbe essere ricompensata per ogni persona in base alla quantità di tempo e denaro che investe. Utilizza un approccio dinamico all'equità, il che significa che cambia in tempo reale in base agli investimenti di tutti. In altre parole, più metti in azienda, più equità ne ottieni, rispetto agli investimenti di tutti gli altri.

Per saperne di più, guarda questo video di Mike Moyer che riassume il modello.

Se avessimo utilizzato il modello azionario "slicing pie" dal primo giorno, avremmo saputo esattamente quanta equity meritava ogni nuovo arrivato.

Consiglio a tutte le startup di incorporare Mike Moyer | Affettare il modello di torta nell'azienda il prima possibile. Anche se sei un imprenditore solista, ma c'è la remota possibilità che un giorno potresti portare altre persone nella tua azienda, è probabilmente una buona idea iniziare a utilizzare questo modello oggi.

Lezione 8: Condividi la tua idea con gli altri

A volte gli aspiranti imprenditori mantengono segreta la loro idea di startup. Pensano che la loro idea li renderà milioni, quindi non vogliono che la loro idea venga rubata, insieme ai loro milioni!

Una frase comune che girava nel mio spazio di coworking diceva il contrario:
Se la tua idea fallisce, è perché non l'hai condivisa con abbastanza persone.

Non aver paura di condividere

Non dovresti aver paura di condividere la tua idea, perché l'idea è la parte facile. La parte difficile è la pura massa di tempo, impegno, abilità e sofferenza che serve per trasformare "una buona idea" in "una società legale che vende un prodotto funzionale".

Come diceva Derek Sivers:

"Le idee non ti rendono ricco. La grande esecuzione delle idee lo fa. "

Solo perché condividi un'idea con altri, non significa che la eseguiranno; e poiché la grande esecuzione di un'idea richiede una ristrutturazione totale della tua vita e delle tue priorità, è altamente improbabile che l'altra persona lascerà cadere tutto il resto della sua vita per realizzare la tua idea.

La condivisione ti aiuta a misurare l'interesse

Condividere la tua idea è un ottimo modo per ottenere un feedback tempestivo sul mercato poiché puoi vedere come reagiscono le altre persone.

Non riesco a ricordare la fonte, ma una volta Derek Sivers ha detto che non vuoi investire nell'idea che fa andare le persone: "Oh, sembra fantastico!" Tu vuoi la reazione, "Oh mio Dio, ne ho bisogno ! Ciò renderebbe la mia vita molto più semplice! ”Questa reazione suggerisce che il tuo prodotto potrebbe fornire un valore reale all'utente.

Una buona regola empirica: idee "fantastiche" falliscono. Le idee “preziose” hanno successo.

Un avvertimento al riguardo: queste reazioni possono aiutarti nei primi giorni concettuali dell'avvio, ma quando stai effettivamente sviluppando il prodotto, devi fidarti delle persone nel loro portafoglio e non nella loro parola. Solo perché le persone manifestano interesse e affermano che compreranno il tuo prodotto, ciò non significa che lo faranno davvero. Facendo riferimento alla lezione n. 6, questo è il motivo per cui costruisci un MVP, perché hai bisogno di feedback sul mercato reale al più presto!

Lezione 9: Ottieni un commercialista e un avvocato

Quest'ultimo consiglio non viene da me, ma da un avvocato che ho incontrato prima di iniziare Immersion Arcade. Ha detto: “Se stai avviando un'attività in proprio e vuoi davvero farlo nel modo giusto, devi assumere un contabile e un avvocato il prima possibile. So che sono costosi, ma prima li porti dentro, meglio sarai a lungo termine. "

Ho inviato una discussione a / r / Imprenditore chiedendo feedback su questo consiglio. Ti incoraggio a leggere tu stesso le risposte, ma il consenso generale sembra essere intelligente assumere un contabile prima o poi, mentre un avvocato potrebbe non essere necessario fino a tardi (a seconda del business).

Ho anche pubblicato questo sulla mia pagina Facebook personale. Ecco alcune risposte:

  • Doan Winkel: “Prima di quella mossa, fai un sacco di scoperta e prototipazione dei clienti. Assicurati di conoscere il problema che stai risolvendo, per chi lo stai risolvendo e per quale soluzione sono disposti a pagare. Quindi pensa a un commercialista e avvocato. Prima fai i libri finanziari per imparare. Lascia che un avvocato crei l'entità aziendale e si occupi delle cose di lavoro quando ci arrivi. "
  • Vince Pinto, co-fondatore del pluripremiato JV Studios: “Se te lo puoi permettere e ritieni di non stare al passo con i tuoi libri, sì, è molto prezioso avere un CPA. Puoi gestire gran parte della tua contabilità utilizzando siti come Quickbooks e imparando come farlo da solo. Per quanto riguarda un avvocato, penso che sia sempre bello averne uno a portata di mano ... ma non è necessario averne uno per l'uso quotidiano. Assicurati solo di avere un'assicurazione e di non tagliare angoli. "
  • Patrick Moore di Trojan Flood and Fire: “Concordo con questo ... se vuoi superare il primo anno. "

Altre risposte:

  • “Come contabile posso dire che, a seconda dell'azienda, potrebbe essere una buona idea assumere subito un avvocato e un contabile. Alcune aziende non ne hanno davvero bisogno, ma avere professionisti che ti affrontano può essere molto utile ".
  • "Il diritto del lavoro è molto importante, quindi avere un consulente legale non farebbe male. Non sono un imprenditore, ma conosco il settore delle risorse umane. "
  • "" Bisogno "... forse no. Ma sicuramente non fa male. "
  • "Non ne ho mai avuto bisogno e ne ho possedute alcune di grande successo ... Tutto dipende dalla natura e dalle dimensioni della tua azienda ..."

Se ti è piaciuto questo articolo, considera di dargli alcuni applausi e di seguire il mio account Medium; e dal momento che creo contenuti oltre Medium.com, prendi in considerazione l'iscrizione alla mia lista e-mail. Grazie!

Questa storia è pubblicata in The Startup, la più grande pubblicazione sull'imprenditoria di Medium seguita da oltre 320.131 persone.

Iscriviti per ricevere le nostre storie migliori qui.