Come battere la procrastinazione (sostenuta dalla scienza)

La procrastinazione esiste sin dall'inizio della civiltà moderna.

Personaggi storici come Erodoto, Leonardo da Vinci, Pablo Picasso, Benjamin Franklin, Eleanor Roosevelt e centinaia di altri hanno parlato di come la procrastinazione sia nemica dei risultati.

Una delle mie citazioni preferite sulla procrastinazione proviene da Abraham Lincoln:

"Non puoi sfuggire alla responsabilità di domani eludendola oggi."

La cosa divertente della procrastinazione è che sappiamo tutti che è dannoso. A chi piace procrastinare? A nessuno piace farlo. Neanche io.

Eppure, la procrastinazione era la storia della mia vita. Quando ero al college, ogni semestre, questo accadeva:

All'inizio di ogni semestre, ero il mofo più cool del pianeta. Rilassarsi, uscire, divertirmi. Grande tempo.

Non ho provato stress. Tuttavia, circa una settimana prima dei miei esami, andrei fuori di testa.

"Amico, perché non hai iniziato prima?", Mi dicevo.

E quello che seguirà è una brutta vista di me, con un mucchio di lattine Red Bull, rinchiuso nella mia stanza - impazzendo mentre studiavo.

E la ricerca mostra esattamente questo: quando procrastini, potresti sentirti meglio a breve termine, ma soffrirai a lungo termine.

Non importa davvero perché procrastini. Alcuni amano la pressione delle scadenze. Alcuni hanno paura di fallire, quindi lo rimandano fino all'ultimo momento.

Una cosa che tutti i procrastinatori hanno in comune è che la procrastinazione ha un prezzo.

Questo studio molto citato, pubblicato sulla rivista American Psychological Society, da Dianne Tice e Roy Baumeister, discute il costo della procrastinazione. È legato a:

  • Depressione
  • Credenze irrazionali
  • Bassa autostima
  • Ansia
  • Stress

La procrastinazione non è un comportamento innocente. È un segno di scarsa autoregolazione. I ricercatori confrontano addirittura la procrastinazione con l'abuso di alcol e droghe.

È una merda seria. E l'ho sperimentato per molti anni.

Gli anni dopo che ho lasciato il college sono stati anche una lotta in termini di inizio e fine del lavoro. La procrastinazione è un'abitudine che si insinua nel tuo sistema.

Non è qualcosa che puoi agitare facilmente. Ogni volta che ho avuto un'idea imprenditoriale o volevo iniziare qualcosa, è andata così:

Ogni volta che avevo un'idea o un obiettivo, iniziavo, ma lungo la strada le cose andavano male. Sono passato dall'inizio al caos totale.

Distrazioni, altre idee, altre opportunità, insuccesso, chiacchiere negative, ecc.

E i risultati sono sempre gli stessi: non fai mai nulla.

Procrastinazione di percosse

Per me, il risultato chiave dello studio di Dianne Tice e Roy Baumeister è questo:

“Le prove attuali suggeriscono che i procrastinatori si divertono piuttosto che lavorare a compiti assegnati, fino a quando la crescente pressione di scadenze imminenti li costringe a mettersi al lavoro. In questa prospettiva, la procrastinazione può derivare da una mancanza di autoregolazione e quindi da una dipendenza da forze imposte esternamente per motivare il lavoro. "

Autoregolazione, autocontrollo, forza di volontà, sono tutte cose che sopravvalutiamo. Pensiamo: "Sì certo, scriverò un romanzo tra 3 settimane."

Nella nostra mente, siamo tutti geni e mentalmente forti. Ma quando arriva il lavoro, ci sbarazziamo.

Se sei un procrastinatore, non puoi fare a meno di ritardare il lavoro. E questo è vero per i piccoli e grandi compiti.

Certo, tutti hanno paura di uscire dalla propria zona di comfort - ecco perché li chiamiamo zone di comfort. Ci vuole coraggio per fare una mossa audace.

Ma di certo non ci vuole coraggio per completare piccoli compiti come pagare le bollette, stampare qualcosa per il tuo capo, fare le tasse, ecc.

La verità è che la procrastinazione non ha nulla a che fare con ciò che stai cercando di fare: piccola o grande, può aspettare fino a dopo. Può sempre aspettare, vero?

Per me, completando le attività, è andato così:

Arriva un momento tra l'inizio e la fine di un'attività - io la chiamo la pendenza della procrastinazione - quando si dà in una distrazione. Ed è esattamente il momento in cui rinunci a essere produttivo.

Inizi a lavorare su un compito, sei eccitato, sei concentrato, ma poi, dopo qualche tempo, pensi: leggiamo le notizie per un secondo.

Inizia sempre con una sola cosa.

Quindi, pensi: potrei anche guardare un episodio di Game Of Thrones. Quindi, un video su YouTube e poi un altro. Quindi, un po 'di navigazione su Instagram. E così via.

Finisce sempre con il botto: "Questa è l'ultima volta che sto sprecando il mio tempo!"

Si, come no.

La forza di volontà non funziona. Systems Do.

Ciò di cui hai veramente bisogno è un sistema per fare il lavoro. Molte persone evitano routine, sistemi e framework perché vogliono avere "libertà".

Mi dispiace deluderti: la libertà è il tuo nemico.

Il fatto è che, se vuoi fare le cose, hai bisogno di regole.

Quali sono alcuni aspetti che la ricerca ha dimostrato di essere efficaci?

  • Scadenze autoimposte.
  • Sistemi di responsabilità (impegno con gli amici o un allenatore).
  • Lavorare / studiare a intervalli.
  • Esercizio fisico 30 minuti al giorno.
  • Una dieta salutare.
  • Eliminare le distrazioni.
  • E, soprattutto: motivazione interna.

Se combini le giuste tattiche di produttività, hai un sistema di produttività.

Le scadenze creano urgenza, la responsabilità creerà responsabilità, lavorare a intervalli migliora la concentrazione, l'esercizio fisico ti darà più energia, così una dieta sana e l'eliminazione delle distrazioni toglieranno le tentazioni.

Ma non esiste un sistema che possa aiutarti se non hai un'unità interna. Le persone complicano eccessivamente questo concetto, ma è semplice: perché fai quello che fai?

Se non lo sai. Inventa qualcosa.

Se sai perché stai facendo qualcosa, anche le attività più fastidiose diventano sopportabili. Diventerà parte del quadro più ampio.

Quindi, invece di immergerti nel lavoro, fai un passo indietro, pensa al perché fai quello che fai e poi affidati a un sistema che lo supporta. Non scienza missilistica. Solo scienza.

Sei uno studente uditivo?

Ascolta il mio ultimo episodio podcast, in cui condivido altri suggerimenti per superare la procrastinazione.

Post scriptum Ho realizzato un eBook con 5 suggerimenti, esercizi e video di formazione, che puoi utilizzare per ottenere risultati immediati. Curioso? Fai clic qui per ottenere l'ebook gratuito.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su DariusForoux.com