Come essere generosi: perché i donatori guadagnano sempre

Il mondo ha bisogno di un po 'di polvere di fata in questo momento. Quindi sii gentile.

Foto di Almos Bechtold su Unsplash

Ho un amico che è un artista.

Stava attraversando un brutto periodo, commercialmente, e non vendeva lavoro da un paio di mesi. Il che è stato difficile, perché la sua arte è il modo in cui paga le bollette e nutre la sua famiglia.

Quindi, quando le fu chiesto di donare una delle sue opere a un'asta per raccogliere fondi per un'organizzazione benefica che le piaceva, la sua prima risposta fu: "No, non posso permettermelo adesso".

Seduta nel suo studio a guardare il suo lavoro invenduto, tuttavia, si rese conto che poteva permetterselo. Certo, c'è stato un investimento da parte sua. La tela, la vernice e soprattutto l'inquadratura: tutto costa denaro. Poi ci fu l'affitto dello studio e il suo tempo. Ma è stato tutto speso, che abbia donato o meno. Chiamò la raccolta fondi e la invitò a venire a scegliere un pezzo per l'asta.

Il dipinto è andato abbastanza per la notte.

Quasi il doppio del suo prezzo normale, il che è stato un vero impulso in un momento in cui si sentiva bassa. Quindi ricevette una chiamata dall'offerente che era arrivato secondo. Voleva ancora uno dei suoi quadri, quindi l'ha comprato direttamente da lei. Alcune settimane dopo, anche la raccolta fondi ha chiamato. Stava pensando a una tela molto più grande che aveva visto sul muro dello studio, che sarebbe stata perfetta per la sua casa. Era ancora disponibile? Era.

"Ho dato un dipinto e ne ho venduti altri due come risultato diretto", ha detto il mio amico. "Ma quella non era la cosa principale."

Si era sentita bisognosa, si rese conto. Concentrandosi sul reddito che le mancava, stava spingendo i visitatori a comprare invece di spiegare semplicemente con entusiasmo il suo lavoro a loro come fa di solito.

Dare via un dipinto la fece sentire immediatamente più aperta, generosa ed espansiva di nuovo, per vedere l'abbondanza dove prima aveva visto solo la scarsità. Poteva regalare lavoro perché era piena di idee e poteva sempre fare di più. E mentre il suo atteggiamento cambiava, così pure la sua arte. Le persone hanno magicamente iniziato a comprare di nuovo.

Allora, cosa stai accumulando?

E come puoi essere generoso oggi? Potrebbe non essere lavoro. Potrebbe essere idee, contatti, informazioni, tempo. Forse potresti davvero aiutare qualcuno emergente nella tua professione, ma sei preoccupato di creare un nuovo concorrente.

Lo capisco, ma più di 30 anni come scrittore ed editore, sono stato ripetutamente su un televisore, in uno studio radiofonico, al telefono con un agente pubblicitario o in cerca di lavoro in una rivista e ho ricevuto inaspettata generosità da qualcuno che in seguito dice: "Non ti ricorderai di me, ma mi hai dato un po 'di aiuto al telefono quando ero uno studente ..."

Devo anche la mia carriera a scrittori più esperti che si sono presi il tempo di fare da mentore e incoraggiarmi quando stavo iniziando, a redattori che mi hanno aiutato a dare forma a idee vaghe o hanno semplicemente impiegato più tempo del necessario, mostrandomi come qualcosa che avrei potuto scrivere essere migliorato.

Ne ho incontrato uno di recente e alla fine ho dovuto ringraziarla per la guida che mi aveva dato quando ero un adolescente timido, all'inizio. Spero che la nostra conversazione abbia rallegrato la sua giornata tanto quanto la mia.

Dai, quando puoi.

Il ritorno non è sempre diretto, ma non è per questo che dai comunque. Dai perché ti fa sentire bene. Dai perché ti fa apprezzare tutto ciò che hai. O dai semplicemente perché qualcuno ha bisogno di te. Spesso non costa nulla. Si tratta solo di notare.

Quando salti in piedi e apri la porta per una mamma stanca alle prese con un passeggino, o lasci il tuo posto sull'autobus per qualcuno carico di shopping, o fermi un gruppo di bambini che maltrattano un altro bambino - non è perché vuoi qualcosa in cambio, ma perché è la cosa umana da fare. E un giorno potresti aver bisogno di uno sconosciuto per essere umano con te.

Prova questo.

Cerca tre modi per dare, ogni giorno per una settimana o giù di lì. E guarda cosa succede, come ci si sente, cosa cambia dentro di te.

Se ti piace, risciacqua e ripeti.

Sheryl Garratt è una scrittrice e anche una coach che aiuta i creativi a farsi avanti e a fare il loro lavoro migliore, e ad essere pagati per questo. Desideri il mio corso gratuito di 10 giorni, Survival Skills for Freelance Creatives? Clicca qui.