Come essere licenziato, non bruciato

Inizia dove sei. Usa quello che hai. Fai ciò che puoi.

Crediti immagine: unsplash.com Nic

Ricordo ancora vividamente quel giorno. È stato il miglior venerdì della mia vita.

Il capo mi chiama nella sua cabina e consegna la mia lettera di promozione.

È stata la mia prima entrata nel mondo del manager. Ero felice ed euforico oltre le parole.

Sembrava che gli dei si fossero scesi sulla terra e mi avessero benedetto per realizzare tutti i miei sogni !!!

Quindi, ha iniziato a scendere da quel punto in poi.

La vita divenne un grande inferno. Troppe "priorità" mi hanno sopraffatto. I problemi "urgenti" hanno inondato la mia casella di posta. La mia produttività si è ridotta e il lavoro è presto degenerato in una "misera faccenda" dall'essere una "passione entusiasmante" come prima.

Le frustrazioni del lavoro mi davano sui nervi e i nervi fragili arrivarono a casa mia. Ho iniziato a dubitare della mia capacità di adattarmi al mio caro ruolo "manageriale".

Sapevo che stavo lavorando molto duramente, ma tutto il mio duro lavoro stava andando in malora e non c'era niente che potessi fare al riguardo.

Si è verificato un problema, ma non avevo idea di come risolverlo e fermare il marciume.

Poi un giorno il mio capo mi ha chiamato: -

“Ravi, le mie decisioni sono sempre state esatte fino ad ora, ma ora sembra che la decisione di promuoverti sia stata una decisione sbagliata per me. Ma, prima di andare oltre, voglio darti un'altra possibilità. Sei con me? ”Chiese.

Annuii, stringendomi disperatamente alla cannuccia offerta a un uomo che stava annegando.

"Lascia che ti mostri qualcosa", disse prendendo la lavagna.

Crediti immagine: Auto

“Lascia che ti sveli, un semplice segreto per essere un manager di successo. Un manager di successo deve gestire il circolo ferro della creatività, delle priorità e della perfezione in egual misura. Qualsiasi deviazione da questa regola è destinata al fallimento. Leggi le storie di successo di qualsiasi leader efficiente; l'unica cosa che è comune è il modo in cui gestiscono questo circolo subdolo con disinvoltura disinvolta ”disse sorridendo.

Ed ecco come può essere gestito …….

Assegna tempo "ME".

Il tempo è uno strano animale. Puoi confrontarti con un cavallo selvaggio su cui tu (il cavaliere) stai cavalcando. Se sei abile e proattivo, puoi controllare il cavallo selvaggio (tempo di lettura) per raggiungere la tua destinazione. D'altra parte, se lasci il cavallo a se stesso, ti getterà dalla sua schiena e finirai ferito e lasciato indietro.

Quindi la regola d'oro del controllo del tempo è di avere un po 'di tempo "ME" ogni giorno per te preferibilmente al mattino. Questo sarà il momento in cui libererai il potere dei quadranti nascosti della tua mente e ti inventerai idee creative da usare nella vita e nel lavoro.

Puoi anche utilizzare questa volta per migliorare te stesso, migliorare le tue conoscenze e anche fare un'auto-introspezione. Rendi questo un "rituale" e non assegnare questa volta a qualsiasi altra attività, vieni che cosa può.

Rompere il problema in pezzi più piccoli

La gente dice che la perfezione non può essere raggiunta e dovremmo smettere di perdere tempo cercando di raggiungerla. Ma non puntare alla perfezione non significa che dovresti offrire un lavoro scadente.

Perfezione non significa non commettere errori; perfezione significa commettere errori e assicurarsi nuovamente che gli stessi errori non si ripetano più. In altre parole, continui a migliorare dopo ogni esperienza.

Suddividere il problema in blocchi più piccoli non solo rende la soluzione più realizzabile, avvicinandosi alla perfezione, ma rivela anche i veri colli di bottiglia nel problema più grande.

Di conseguenza, puoi ottenere vittorie rapide su compiti più facili e dare priorità ai tuoi sforzi e risorse sui blocchi critici più grandi. Gestisci così il tempo in base alla priorità in ordine di importanza e cuoci la perfezione insieme ad esso.

Crea liste di controllo

Ogni essere umano ha una vena di vanità dentro di sé. Lui o lei non vorrebbe mai ammettere il suo errore se non fosse stato mostrato da qualcuno o qualcos'altro.

Una checklist lo fa esattamente. Si comporta come uno specchio che ci mostra esattamente dove siamo e cosa dobbiamo fare. Esplora i nostri errori nel modo più evidente possibile.

Mantenere una lista di controllo per ogni attività che abbia alcuni semi di dubbio o incertezza e seguirla religiosamente secondo la frequenza richiesta. Sarai sorpreso di quanto possa rivelarsi utile in condizioni stressanti e scadenze strette. Alcuni tipi di liste di controllo possono essere:

· Elenco di controllo TO-DO

· Elenco di controllo DA NON FARE

· Elenco di controllo di routine giornaliero

· Elenco di controllo delle idee creative

E la lista continua……………

Ridurre al minimo le interruzioni

Sia la creatività che la perfezione richiedono una concentrazione assoluta e questo punto non può essere sopravvalutato. Sviluppa un focus forte e senza sosta.

Sviluppa una visione a tunnel e manovra te stesso in un luogo, dove tutto il resto tranne il tuo obiettivo si offusca. Nulla oltre il tuo obiettivo è importante. Disciplina e coerenza per mantenere quella disciplina è il mantra.

Per quanto possibile, disattiva tutte le notifiche sul tuo cellulare e laptop per evitare distrazioni. Imposta un orario ricorrente, dì ogni 90 minuti per controllare le e-mail e altre attività ripetitive. Sarai sorpreso di quanto tempo viene liberato.

Ridurre il tempo di incontro

Thomas Sowell ha giustamente detto:

Le persone che amano le riunioni non dovrebbero essere responsabili di nulla.

Le riunioni sono un male necessario nella vita di ogni manager, ma è anche responsabilità dello stesso manager assicurarsi che le riunioni servano esattamente l'obiettivo di ciò che doveva essere. Chit-chat e pettegolezzi sono per mense e sale da pranzo e non sale riunioni.

Ma essendo esseri umani, molto tempo è ancora sprecato per organizzare riunioni e conversazioni secondarie non necessarie. Pertanto, cerca di limitare consapevolmente il numero di riunioni a cui partecipi e cerca di concludere il più presto possibile.

Ti darà la finestra bonus tanto necessaria per prepararti alle attività imminenti e mettere in ordine i tuoi pensieri.

L'unica lezione che ho imparato

Ho seguito il suo consiglio e nei tre mesi successivi sono stato in grado di cambiare le mie fortune dimissioni.

I burnout appartengono al passato e ora conduco una vita più equilibrata e fruttuosa, in cui aggiungo una miriade di sfumature di valore, ogni singolo giorno. Sto ancora migliorando, ma ora so almeno dove andare e cosa fare per raggiungere l'apice delle mie capacità.

La vita è una cosa che respira in movimento e la perfezione, la definizione delle priorità e la creatività sono i centri nervosi che la fanno muovere sempre. Dobbiamo essere disposti ad evolversi costantemente, prosperare e reinventarci ogni giorno.

Come ha giustamente affermato Khalil Gibran:

Marzo in poi. Non Tarry. Andare avanti è muoversi verso la perfezione.
Marcia avanti e non temere le spine o le pietre taglienti nel cammino della vita.
Circa l'autore-:
Ravi Rajan è un gestore di programmi IT globale con sede a Mumbai, in India. È anche un appassionato blogger, scrittore di poesie di Haiku, appassionato di archeologia e maniaco della storia. Connettiti con Ravi su LinkedIn, Medium e Twitter.