Dallo schermo vuoto alla bozza finale: supera il blocco dello scrittore una volta per tutte

Una formula semplice per procrastinatori e perfezionisti

Foto di Tim Gouw su Unsplash
"Sia che pensi di poterlo fare o pensi di non poterlo fare, hai ragione." - Henry Ford

Quando ho visto per la prima volta questa citazione incisa sulla parete posteriore di uno studio di fitness di gruppo con scritte in vinile, ho pensato che fosse ridicolo. Perché qualcuno dovrebbe scegliere una citazione che consigli alle persone di rinunciare quando sentono di non poter andare in palestra? Non sapevano che doveva essere difficile (o tutti lo avrebbero fatto)?

Ho letto quella citazione un centinaio di volte prima che la realizzazione finalmente mi colpisse - Ford non stava dicendo di arrendersi quando pensi di non poter continuare. Stava dicendo che non importa se puoi davvero fare qualcosa o no;

Una volta che ti dici che non puoi, hai già rinunciato.

Se passi a una scatola da 30 pollici pensando che non c'è modo di arrivare in cima, non puoi - o, più precisamente, non lo farai - perché il tuo cervello lavora duramente per abbinare le tue convinzioni interne con le tue azioni esterne.

Indipendentemente da ciò che il tuo corpo può effettivamente fare, il tuo cervello non farà semplicemente lo sforzo necessario per raggiungerlo se credi già che non possa essere fatto. Il corpo può fare solo ciò che la mente - il centro di controllo delle tue azioni - crede che tu possa fare. In sostanza, il dubbio su se stesso crea un auto-sabotaggio.

Foto di Asdrubal luna su Unsplash

Il blocco di Writer funziona allo stesso modo; se un'attività di scrittura sembra impossibile o ingestibile, probabilmente lo è.

Se non pensi di non riuscire a sederti e scrivere un rapporto di 20 pagine sulle tendenze tecnologiche in tutto il mondo (o una storia di 500 parole per Medium), non lo farai. Aprirai un documento, scriverai alcune righe, le cancellerai, sospirerai pesantemente e ti chiederai perché il tuo caffè sia finito prima di aver scritto qualcosa. Incolperai la tua mancanza di azione per mancanza di ispirazione, succhi creativi o entrambi.

Ma se non vivi sotto una roccia senza accesso a Internet, non hai un problema di ispirazione - hai un problema di fiducia.

NOTA: il mio consiglio non è semplicemente quello di "credere più duramente" nelle tue capacità. Persino l'imprenditore più fiducioso e ossessionato dalla tecnologia di tutta l'area della Baia di San Francisco su Nespresso avrebbe difficoltà a credere nella loro capacità di scrivere 20 pagine di tendenze tecnologiche globali in una singola sessione di lavoro.

E se il compito non fosse "scrivere un rapporto di 20 pagine"?

E se il compito fosse semplicemente ...

... per scrivere un titolo per il rapporto?

... leggere un articolo sulle attuali tendenze di business, mettendo in evidenza concetti e statistiche importanti?

... per riunire un elenco di concetti che desideri includere nel rapporto?

... classificare l'elenco dei concetti in base all'importanza e organizzare le prime 10 scelte in una struttura?

... per trovare una statistica di supporto per ciascuno di quei concetti?

... per scegliere un concetto e scrivere un titolo per quella sezione?

Il segreto per superare il blocco dello scrittore è la capacità di scomporre compiti travolgenti in una serie di compiti più piccoli di cui ti senti fiducioso nella tua capacità di realizzare.

Nessuno ha bisogno di essere in uno "stato di flusso" per ricercare le tendenze del business, organizzare gli argomenti in uno schema o scrivere un titolo unico che riassuma un concetto già scelto; è facile avere fiducia in ciascuno di questi compiti individualmente. La sopraffazione inizia a insinuarsi quando ti concentri sull'intero progetto anziché su ciascuna attività da sola.

Se non pensi di poter ottenere qualcosa, analizzalo fino a quando NON LO SAPI. Ogni fase di un progetto può essere suddivisa in attività infinitamente più piccole e più realizzabili. Per esempio:

La scrittura di un titolo può essere suddivisa in:

  • Determinare l'obiettivo dell'articolo
  • Lettura di opere di altri autori su argomenti uguali o simili
  • Scelta di 3 potenti parole d'azione che descrivono meglio l'intento dell'articolo (come "superare", "aggiornare", "distruggere" o "ridurre")

La creazione di un'introduzione può essere suddivisa in:

  • Determinare il pubblico (chi leggerà questo? Cosa impareranno?)
  • Ricerca di tendenze e statistiche attuali
  • Trovare un preventivo pertinente da un leader del settore o fonte altrimenti credibile
  • Brainstorming di un aneddoto personale (vero o inventato) relativo all'argomento

La modifica della prima bozza può essere suddivisa in:

  • Copia / incolla l'articolo in grammatica per correggere errori grammaticali
  • Leggendo l'intero articolo ad alta voce, notando tutto ciò che sembra imbarazzante o poco chiaro
  • Cerchiando qualsiasi parola descrittiva usata più di una volta; utilizzando thesaurus.com per aggiornare un linguaggio ripetitivo

La cosa peggiore che uno scrittore possa fare a se stesso è aprire un documento in bianco senza un piano (ovvero un elenco di attività realizzabili e realizzabili che contribuiscono al progetto complessivo).

Foto di John Schnobrich su Unsplash

La prossima volta che ti siedi per iniziare un nuovo progetto di scrittura, prenditi qualche minuto per scomporlo in piccoli compiti che ti senti sicuro di affrontare. Non fermarti fino a quando il tuo elenco non è lungo almeno 10 oggetti d'azione.

“I dilettanti si siedono e aspettano l'ispirazione; tutti noi ci alziamo e andiamo a lavorare. ”- Stephen King

Gli scrittori di successo non lottano con il blocco dello scrittore perché non aspettano che l'ispirazione colpisca: fanno un piano che non richiede ispirazione per iniziare. Se non riesci a completare un'attività, semplicemente non l'hai suddivisa abbastanza.

Sia che tu pensi di poter superare il blocco dello scrittore, o pensi di non poterlo fare, hai ragione.

Determina l'obiettivo, analizzalo, fai un piano che ritieni di poter raggiungere e inizia.

SEI UN SCRITTORE. Inizia a lavorare come uno.

Scritto da Rachel Clements, autrice di RELENTLESS LOVE: An Interactive Workbook for Couples in Pursuit of Lifelong Intimacy.