Capire come tenere un quaderno

Per scrittori e altre persone osservanti.

Foto di Ben White su Unsplash

Sono così innamorato dell'idea del taccuino di uno scrittore. Amo il mio, ma ho sempre la sensazione di non farlo bene. Jack London probabilmente lo ha fatto meglio. O Joan Didion.

In effetti, sono sicuro che hanno fatto meglio. Faccio fatica persino a chiamare quello che tengo il quaderno di uno scrittore. In effetti, non sono sicuro che mi piace l'idea che solo uno scrittore dovrebbe tenere un quaderno.

Sono anche incerto sul diario. Mi piace meglio il diario, ma non è proprio quello che sto cercando. Adoro l'idea di un Commonplace Book e penso che il mio taccuino sia in parte quello. Ma Commonplace Book riguarda praticamente solo le idee degli altri.

Finora, mi sono bloccato a chiamare il mio un taccuino di tutti i giorni.

Sto leggendo Chronicles di Bob Dylan, Volume Uno, proprio ora.

È un libro, ovviamente, ma sembra un quaderno di uno scrittore. (Ed è così, così buono.) Verso l'inizio c'è questo. Non sono sicuro che abbia mai colpito qualcun altro, ma si è distinto per me.

Guardai oltre Billy, oltre la sua sedia attraverso la sua finestra dall'altra parte della strada verso un edificio per uffici dove potevo vedere una segretaria ardente assorbita dallo spirito di qualcosa - stava scarabocchiando occupata, occupata su una scrivania in modo meditativo. Non c'era niente di divertente in lei. Avrei voluto avere un telescopio.

Questo è quello che voglio per il mio taccuino. Voglio notare le cose e registrarle. Dylan notò quel segretario nel 1961. Scrisse di lei nel suo libro nel 2004. L'uomo. Scommetto che nel 1961, l'anno 2004 era così lontano e così futuristico. Fantascienza futuristica. Il mondo era ancora a otto anni dal mettere un uomo sulla luna.

Non riesco a immaginare che Dylan, che aveva appena fatto il suo primo anticipo di $ 100 contro i canoni delle canzoni, avrebbe potuto immaginare ciò che il 2004 aveva in serbo per lui o per la sua memoria di quel segretario. Inoltre non so se tenesse un quaderno in cui scrivesse qualcosa su di lei.

Sembra possibile.

Ho pensato che potesse essere interessante lavorare su una serie settimanale di post sulla conservazione dei quaderni.

Vorrei poter far funzionare il journaling dei proiettili per me. È solo una di quelle cose strane: tutto sembra fatto su misura per me, ma non sono mai stato in grado di farlo fondere.

Parte del problema è che non sono una persona molto visivamente artistica, ma voglio esserlo. Quindi, provo a fare questi layout fantasiosi ed essere tutto super organizzato al riguardo, e dura circa tre giorni.

Parte di ciò è che voglio meno struttura. Meno simboli e regole (anche se sono semplici.)

E parte è che ho bisogno di sentirmi come se potessi scrivere tutto in un unico posto. Non voglio sentirmi come se avessi sbagliato il mio bel layout.

Dopo una vita di acquisto di taccuini perché erano carini e poi ne ho preso uno quando avevo qualcosa da scrivere - così che alla fine di un anno sono rimasto con dozzine di libri parzialmente riempiti - due anni fa ho comprato questo quaderno e usato solo per tutto l'anno.

Ho appena iniziato il mio terzo volume. Non sono ancora perfetto per questo notebook. In effetti, questa serie di post che sto pianificando è almeno tanto per me quanto lo è per te. Il mio primo taccuino ha avuto un bagno Diet Pepsi nella mia borsa a circa tre quarti dell'anno. Il secondo non è stato usato tanto quanto vorrei.

Voglio migliorare nel tenere un quaderno di tutti i giorni. Se tenere un quaderno è qualcosa che piace anche a te, scopriamolo insieme.

L'idea del taccuino della settimana

Questa settimana, trova il tuo quaderno di tutti i giorni. Puoi usare lo stesso che faccio io. Potresti avere già qualcosa che funzionerà. In ogni caso, rendilo qualcosa che ti sentirai a tuo agio nel portare con te quasi sempre.

Ciò potrebbe significare usare qualcosa di molto più piccolo e usarne diversi in un anno. Se questo è ciò che funziona per te, basta iniziare con uno, riempirlo completamente, quindi passare al successivo.

Obiettivo questa settimana di tenere il tuo notebook sempre con te. E usalo. Scrivi in ​​esso. Scrivi elenchi. Lavora sulle tue storie. Qualunque cosa tu stia succedendo questa settimana, fai del tuo notebook parte di esso.

Tornerò domenica prossima con la prossima puntata di questa serie. Fammi sapere qui se vuoi che ti faccia sapere quando questi post.

Shaunta Grimes è scrittrice e insegnante. È una Nevadan fuori posto che vive nella Pennsylvania nord-occidentale con suo marito, tre bambini superstar, due pazienti affetti da demenza, un buon amico, Alfred il gatto e un cane da salvataggio giallo di nome Maybelline Scout. È autrice di Viral Nation e Rebel Nation e dell'imminente romanzo The Astonishing Maybe. È la Ninja Writer originale. Seguila su Twitter e Instagram.